Bio

Chiuso nella camera oscura, l’odore della carta fotografica, quello dei liquidi per lo sviluppo e l’emozione di veder apparire, alla luce fioca di una lampada rossa, la foto scattata. Questo è uno dei ricordi più vivi che ho di me e della fotografia, entrata nella mia vita fin da piccolo e che mi ha seguito sempre, a volte con ardore ed altre con crisi profonde che, come in ogni storia d’amore che si rispetti, hanno rafforzato il nostro rapporto. 
Seguirà la scuola, l’assistenza presso un fotografo romano e tanto, tanto studio e pratica. Questo sito rinasce ora, dopo alcuni anni di lontananza e di buio, ma è proprio da questa oscurità che riparto accogliendola e rendendola viva nei miei scatti. 
Benvenuti.